Visualizzazione Contenuto Web

Campagna di comunicazione 2017 - 2018

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2017, ha preso avvio la nuova campagna di comunicazione presentata in unevento pubblico in Fiera del Levante. 

La campagna promuove il numero verde 1522 che è collegato h. 24 a tutti i 25 centri antiviolenza funzionanti in Puglia a cui le donne possono rivolgersi per un aiuto concreto, professionale e personalizzato. La campagna è un chiaro invito alle donne a reagire e ad agire chiamando il 1522, potendo contare su una rete di servizi qualificati che consente loro di non sentirsi sole nel percorso di fuoriuscita dalla violenza.

La campagna si basa su uno spot radiofonico e sull'affissione di poster e manifesti che rispettivamente vedono come testimonial Lucia Annibali, avvocata sfregiata con l'acido nel 2013, e Margherita Carlini, psicologa criminologa, entrambe impegnate nella lotta contro la violenza. 

Spot radiofonico

Lo spot sarà ripetuto nel corso del 2018 per ulteriori 4 volte. 

 

Campagna di comunicazione 2013/14

"Troppo Amore Sbagliato" è una campagna di comunicazione e sensibilizzazione che accompagna il percorso di elaborazione della legge regionale contro la violenza di genere e il femminicidio. La campagna è promossa dalla Presidenza della Giunta Regionale in collaborazione con l'Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, l'Assessorato al Welfare, la Consigliera Regionale di Parità e il Teatro Pubblico Pugliese. (D.G.R. n.1705 del 17-09-2013)

L'immagine scelta per la campagna è una foto della celebre installazione "Zapatos rojos", ossia "Scarpette rosse", opera dell'artista messicana Elina Chauvet, che ricrea un corteo di donne assenti, vittime della violenza degli uomini, di cui restano solo le scarpe.
 
La campagna ha preso avvio a Bari nel mese di Ottobre 2013, con la presentazione e la messa in scena del progetto teatrale "Ferite a Morte", spettacolo scritto e diretto da Serena Dandini in collaborazione con Maura Misiti, e proseguirà a dicembre con le repliche dello spettacolo negli altri 5 capoluoghi pugliesi.
 
"Ogni riferimento a fatti e persone realmente esistenti non è affatto casuale". Così Serena Dandini introduce il suo lavoro teatrale "Ferite a morte", una ‘spoon river' delle donne morte per  femminicidio. In Italia una donna ogni due/tre giorni viene uccisa.