Visualizzazione Contenuto Web

Link Work Life – Concilia Vita Lavoro

Idea Guida : Sperimentare azioni positive volte alla conciliazione della vita lavorativa con quella familiare nel settore sociale, grazie al sostegno di una rete di attori di attori istituzionali volta a costruire metodologie e diffondere cultura in tema di pari opportunità

Soggetto proponente: Cisl Lecce

PARTNERS di progetto: 

  • CGIL
  • UIL
  • Dipartimento Scienze Pedagogiche
  • Asesi
  • Ascom Lecce
  • Confcommercio
  • Confesercenti
  • Confartigianato
  • Espero
  • Strade Giovani

Durante l'implementazione delle attività hanno aderito inoltre:

  • Provincia di Lecce
  • Direzione Provinciale del Lavoro di Lecce
  • Istituto Autonomo Case Popolari di Lecce
  • Banca Popolare Pugliese
  • Martano editore srl
  • CityModa Spa
  • Santese srl

Attività:

1. Analisi dei fabbisogni
  • realizzazione di un'indagine attraverso la realizzazione di focus group con 51 soggetti 
2. Sensibilizzazione sul tema della conciliazione 
realizzazione di 2 workshop tematici: "Il Patto Sociale di Genere: risorsa e opportunità per il territorio"; "Donne e uomini di fronte al lavoro, bisogni emergenti ed esigenze formative nei lavoratori subordinati della Provincia di Lecce" per la presentazione dei risultati dell'indagine 
convegno finale di presentazione dei risultati del progetto
3. Informazione e accompagnamento alle aziende
  • apertura in via sperimentale di n.6 sportelli informativi "Conciliazione vita-lavoro", 5 a Lecce e 1 a Taviano
  • accompagnamento/consulenza alle aziende, finalizzata a migliorare la contrattazione aziendale
  • realizzazione di un manuale per la contrattazione decentrata in ottica di genere
4. Servizi e strumenti di supporto alla conciliazione vita-lavoro
percorso formativo per badanti della durata 30 ore che ha coinvolto n. 8 partecipanti: tutte hanno immediatamente cominciato a collaborare, e lo fanno ancora, con famiglie ed agenzie
voucher aziendali, finanziati dal Patto a sostegno di lavoratori/lavoratrici nell'accudimento dei figli, nel momento in cui l'accesso ad altre strutture fosse stato impossibile (es. Scuola per le vacanze di Natale oppure estive).
 

Risultati conseguiti

  • n. 150 dipendenti di Pmi ed EELL coinvolti in "azioni di conciliazione"
  • n. 22 PMI coinvolte in "azioni antidiscriminazione"
  • n. 8 donne immigrate formate nel corso per badanti
  • n. 7 famiglie in difficoltà economica che hanno beneficiato del contributo del 50% sui costi di accesso agli asili nido interessate dalla "azione sulla disponibilità di asili"
  • aumento della consapevolezza del territorio rispetto al problema delle donne (soprattutto donne lavoratrici) che vivono in una situazione di difficoltà conciliativa
  • crescita di una cultura della collaborazione tra gli attori locali (pubblici e privati) sul tema della conciliazione
  • inclusione del Patto in un Osservatorio nazionale sulle politiche sociali realizzato dall'Università Cattolica di Milano

Punti di forza

  • presenza nel Patto dei tre sindacati e delle tre associazioni di categoria in grado di rappresentare la maggior parte dei lavoratori e delle PMI presenti nel territorio Salentino
  • creazione di una collaborazione tra partner con interessi diversi che ha portato ricchezza di contenuti
  • coinvolgimento successivo della Provincia, con funzioni soprattutto di promozione e diffusione

Criticità

  • impossibilità di accedere tempestivamente all'intera somma di denaro, prevista per il progetto, nonché le conseguenze negative che questo ha comportato sulla realizzazione delle attività
  • scarsa partecipazione dei lavoratori ai servizi offerti dagli Sportelli informativi
  • scarsa conoscenza e sensibilità del territorio Salentino rispetto a questa tematica
  • avversa contingenza economica attuale

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web www.linkworklife.info

 

 

Visualizzazione Contenuto Web