Visualizzazione Contenuto Web

La struttura del Referente pari opportunità per l'attuazione del PO FESR 2007-13 

L'importanza riconosciuta dalla Regione Puglia al tema della parità e delle pari opportunità per tutti trova riscontro nell'atto di organizzazione con il quale viene istituita la figura del Referente pari opportunità per l'attuaizone del PO Puglia FESR. Successivamente, i compiti del Referente pari opportunità vengono estesi anche al PO Puglia FSE, con un atto dell'Autorità di gestione dello stesso Fonso sociale.

Atto di organizzazione PO FESR  

Con Decreto del 24 settembre 2008, n. 886,  il Presidente della Giunta Regionale ha emanato l'atto di Organizzazione per l'attuazione del Programma Operativo FESR 2007 – 2013.

Il Decreto istituisce il Referente per le Pari Opportunità del programma Operativo, definendone compiti e obiettivi. Il Referente per le Pari Opportunità esprime pareri, osservazioni e/o proposte su  documenti programmatici e di indirizzo, proposte di bando e relazioni periodiche da presentare a organismi e comitati.
Il Referente per le Pari Opportunità ha la responsabilità di attuare interventi in applicazione dell'articolo 16 del Regolamento della Comunità Europea 1083 del 2006 :
Art. 16
"Gli Stati membri e la Commissione provvedono affinché la parità tra uomini e donne e l'integrazione della prospettiva di genere siano promosse nel corso delle varie fasi di attuazione dei Fondi.
Gli Stati membri e la Commissione adottano le misure necessarie per prevenire ogni discriminazione fondata sul sesso, la razza o l'origine etnica, la religione o le convinzioni personali, le disabilità, l'età o l'orientamento sessuale durante le varie fasi di attuazione dei Fondi, ed in particolare nell'accesso agli stessi.
L'accessibilità per i disabili, in particolare, è uno dei criteri da osservare nel definire le operazioni cofinanziate dai Fondi e di cui tener conto nelle varie fasi di attuazione."
 
Regolamento della Comunità Europea 1083 del 2006
 

 

Atto di organizzazione PO FSE  

Ad agosto 2013, l'Autorità di gestione del PO Puglia FSE, adotta un nuovo atto di organizzazione, DGR 1509,  per la gestione del programma anche al fine della piena applicazione dei principi trasversali, riconoscendo e attribuendo al Referente pari opportunità del PO FESR gli stessi compiti e responsabilità anche sul FSE. 

DGR 1509 del 3 agosto 2013