Piano Triennale delle azioni positive


Al fine di dare attuazione agli indirizzi comunitari e nazionali volti al perseguimento degli obiettivi di pari opportunità nei contesti organizzativi dell'amministrazione pubblica, la Regione Puglia, in conformità con quanto previsto nella legge regionale n.7/2007 "Norme per le politiche di genere e i servizi di conciliazione vita-lavoro in Puglia", ha predisposto il Piano  triennale di Azioni positive.

Il Piano è stato redatto dall'Ufficio Garante di Genere e dal Servizio Risorse Umane e approvato con DGR 76 del 5 febbraio 2013. 

Gli obiettivi che il Piano intende raggiungere sono:

  • superare l'organizzazione del lavoro e le condizioni di lavoro che provocano gap tra donne e uomini nell'accesso alla formazione continua, nell'avanzamento di carriere, nel trattamento economico e retributivo
  • individuare e rimuovere gli eventuali aspetti discriminatori nei sistemi di valutazione del personale;
  • favorire modalità e condizioni di lavoro che consentano un riequilibrio nelle responsabilità familiari e professionali tra uomini e donne;
  • produrre statistiche sul personale ripartito per genere;
  • promuovere la formazione e l'aggiornamento anche a livello dirigenziale  finalizzato allo sviluppo della cultura di genere nell'amministrazione;
  • adottare strumenti di sensibilizzazione, diffusione e comunicazione (incontri e seminari), anche attraverso la costituzione di un'area web che consentano il pieno coinvolgimento dei dipendenti e delle dipendenti
  • valutare e monitorare regolarmente i programmi per verificare i risultati e assicurare il miglioramento: un quadro costantemente aggiornato della distribuzione di genere dei dipendenti dell'organizzazione, dei flussi in entrata e in uscita ascendenti e discendenti e orizzontali.

Il Piano si articola in tre aree di intervento, ognuna delle quali indica azioni specifiche riferite a diversi ambiti di azione.

Area Intervento 1 - Leggere l'organizzazione

In quest'area si concentrano le azioni per migliorare la conoscenza della struttura regionale in ottica di genere al fine di superare le eventuali discriminazioni a carico del personale femminile. 

Area Intervento 2  - Diffusione della cultura delle pari opportunità

Rientrano in questa area interventi volti ad aggiornare la conoscenza  della normativa sulle pari opportunità con l'obiettivo di promuovere l'acquisizione di competenze circa la gestione del personale in ottica di genere e di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Area Intervento 3  - Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro 

Rientrano in questa area gli interventi volti a rispondere alle esigenze di conciliazione vita lavoro,  rilevate grazie alle attività della fase di mappatura e analisi o già previste dalla normativa nazionale e regionale e non ancora in fase di attuazione.